Augusto Santocchi

Ascoltare il passato con gli occhi

La Collegiata di Santo Stefano a Bracciano: La campana-orologio

La chiesa Collegiata di Bracciano (foto di Salvatore Pierini)

La chiesa Collegiata di Bracciano (foto di Salvatore Pierini)

Tra il 1723 e il 1751, come in parte già scritto nei precedenti articoli, lentamente venivano eseguiti i lavori di rifacimento della chiesa Collegiata di Santo Stefano.

Durante quegli anni si eseguirono lavori alla facciata, al cupolino, alla scalinata e come leggerete in questo articolo, vennero sostituite anche le campane, quella grande e le due piccole.

Campanile

Campanile

La notizia delle nuove campane la leggiamo nella corrispondenza che, i rappresentanti del Comune di Bracciano, inviarono alla Congregazione del Buon Governo per informarla delle spese sostenute.

Questa Congregazione, nata per volontà di papa Clemente VIII nel 1592, aveva recepito le competenze di quella degli Sgravi che erano funzioni di controllo fiscale sulla finanza delle Comunità. Infatti oltre ad esaminare i tesorieri provinciali, verso i quali vertevano ricorsi sul loro operato, accertava anche la regolarità della finanza dei Comuni mediante l’approvazione dei bilanci e il controllo delle spese sostenute.

Campanile

Campanile

 

I documenti che leggerete in trascrizione sono quattro lettere: nella prima, del 29 settembre 1687, leggiamo che il Collegio dei preti di Santo Stefano, si riunì per discutere dell’orologio della Comunità da collocarsi sul campanile. Qui il Capitolo decise di dare facoltà al proprio Camerlengo di dichiarare alla Comunità che su l’orologio non intende “d’haver Jus alcuno, ò pretensione”, ma che abbia però libera facoltà di ”levarlo e metterlo a piacere”. L’orologio qualche anno dopo venne collocato nel campanile. Infatti il 9 febbraio 1693 i Priori di Bracciano Filippo Carloni e Domenico Bartoli, affidano la manutenzione dell’orologio a “mastro Mattia Belpasso, figliolo del q.m Carlo da Caprarola Archibusiero, abitante alla Manziana“. Questo promette e si obbliga di “mantenere l’orologio di Bracciano, esistente nella venerabile chiesa di Santo Stefano, di modo che suoni a suo debito tempo con i suoi quarti, e sonando il consueto, e venire ad accomodarlo quando, e quante volte sarà de bisogno“. Per questo servizio la Comunità decise di pagare a mastro Mattia Belpasso scudi 10 e 50 baiocchi l’anno.

Il campanile e il lago d'autunno. foto di Giovanni Bonetti

Il campanile e il lago d’autunno. foto di Giovanni Bonetti

La seconda lettera è quella dei Priori di Bracciano con la quale chiedono di poter concedere alla Collegiata di Santo Stefano la somma di scudi 50, come già avevano approvato per la campana maggiore. La terza è il memoriale dell’Uditore locale, Orazio Grasselli, con il quale attesta quanto richiesto dalla Comunità. Infine la lettera dei Priori dove si dichiara di aver già concesso negli anni passati, a titolo di elemosina, alcune rubbia di grano per la fusione delle campane.

Trascrizioni

Sotto li diciotto del corrente mese di settembre, essendo stato convocato jl nostro Capitolo, more solito per inter alia, fu dato piena facoltà al molto Reverendo Signor Canonico D. Gio: Battista Saminiati nostro concanonico, et di prout camerlengo del nostro Capitolo  a potere intervenire ad Vs. istrumento Pubblico per dichiarare, che il nostro Capitolo non intende d’haver jus alcuno, ò pretenzione nell’orologio, che l’Ill.ma Comunità di Bracciano intende di collocare nella sua torre, ò campanile congiunta alla nostra Chiesa di Santo Stefano, ma che sia in libera facoltà della medesima di levarlo, e metterlo a piacere, in fede in questo dì 29 stettembre 1687.

Io Francesco Barboni canonico segretario da mandato

Notai di Bracciano, notaio G. Filippo Bonamici, b. 134.

Notai di Bracciano, notaio G. Filippo Bonamici, b. 134.

 

Seconda lettera

EE.mi, et RR.mi Signori

Li Priori, e Consiglieri della Città di Bracciano, Oratori umilissimi delle EE. VV., col più profondo ossequio le rappresentano, che avendo la Collegiata di Santo Stefano di detto luogo fatto rifondere la campana grande di detta chiesa con la spesa di scudi 235, e servendo la medesima per l’orologio pubblico di detta Comunità, fu nel consiglio del 22 maggio 1747 resoluto di contribuire scudi 50 a detta spesa, riservato però il placet dell’EE.VV.. Essendosi pertanto sabbato scorso proposta una tal istanza in questo supremo Tribunale, l’EE.VV. risolvettero le controversie ad instantia non obstante resolutione Concilii, et Gubernator et super extantibus, alisque pecuniis extrahendis a debitori bus, quos omnino cogat, mandet extingui debita fructifera Comunitatis, et certioret de executione.

Campanile

Campanile

In oggi l’Oratori si fanno nuovamente a supplicare l’EE.VV. acciò si degnino confermare detta resoluzione consigliare, mentre è ragionevole, che la Comunità oratrice concorra per qualche rato al rifacimento della campana, nella quale batte l’orologio pubblico, che si mantiene, e modera dalla Comunità oratrice, che si degneranno l’EE:VV: rilevare dall’informazione dell’Uditore locale, che si da annessa. E ciò è utile alla Comunità medesima, mentre battendo l’orologio pubblico su la campana del Clero viene la medesima ad esentarsi da una spesa gravosa. Per quello riguarda l’altra parte del rescritto, cioè per l’estinzione dei debiti fruttiferi, la medesima è tanto pronta ad eseguirla, che già ne presentò supplica in questa Sacra Congregazione la quale fu rimessa ad D.no Ratiocinatorem, e non è per anche stata resoluta.

Informatione dell’Uditore locale

Regga quanto ò stato per parte di questi Communisti esposto in Sacra Congregatione del Buon Governo. Col memoriale, che ora ritorno da Vs. Ill.ma; mentre essendosi rotta negli anni scorsi la campana grande della chiesa parrocchiale Collegiata di questa città nella quale batte l’orologio, che si mantiene, e modera a conto della Comunità, e come, per far quella rifondere la spesa ascendeva a scudi 235., e detta Collegiata non essendo in stato di soccombere a tal spesa per essere scarsa di rendite, fece istanza perciò a questa Comunità, per qualche onesto soccorso, e propostosi l’istanza nel pubblico consiglio, tenuto il 22 maggio 1747= fu in questo risoluto doversi somministrare scudi 50 con titolo d’elemosina,come è supplicata Vs. Ill.ma degnarsi rilevare dal compiegato documento di detta risoluzione. Di Vs. Ill.ma.

Bracciano 6 febbraio 1751 = Devotissimo, et obbl.mo Servitore

Orazio Grasselli Uditore.

Lettera di fede dei Priori alla Congregazione del Buon Governo (asr., fondo odescalchi, 1A4)

Lettera di fede dei Priori alla Congregazione del Buon Governo (asr., fondo odescalchi, 1A4)

Bracciano

Fede dei Priori, e Segretario di Bracciano che nel 1728 con licenza di questa Sacra Congregazione fu somministrato varie rubbie di grano per per il colo delle Campane.

Noi Francesco Domenico Bracci, Nicola Inghirami, e Nicola De Dominicis Priori residenti dell’Ill.ma Comunità di Bracciano, attestiamo come l’orologio spettante a questa nostra Comunità sta collocato nel Campanile di questa chiesa di Santo Stefano, e la mazza di esso orologio batte nella campana maggiore di detto Campanile, come anche dalla nostra Comunità viene somministrata ai sacrestani di detta Chiesa la provisione di scudi sei, per moderare l’orologio. Attestiamo inoltre come da detta nostra Comunità, con licenza della Sacra Congregazione del Buon Governo l’anno 1728 fu somministrata a detta chiesa l’elemosina di rubbia nove di grano per il colo di altre due campane, come il tutto apparisce in questa nostra Segreteria.

In fede 20 Aprile 1751

Giovanni Battista Cocciante segretario

Bibliografia

Maria Grazia Pastura Ruggiero, La Reverenda Camera Apostolica, Roma 1987.

Segnatura archivistica

Archivio di Stato di Roma, fondo Odescalchi, 1A4.

Notai di Bracciano, Bonamici G. Filippo, busta 134 e Dati Sebastiano, B.144.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 23, 2015 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: