Augusto Santocchi

Ascoltare il passato con gli occhi

La Repubblica Romana di Bracciano e Livio II Odescalchi nel 1798

 

bracciano corretto

 

Ancor prima che venisse pubblicata a Roma la Costituzione della Prima Repubblica Romana (17-03-1798) a Bracciano il 25 febbraio 1798 venne piantato l’Albero della Libertà e conseguentemente si nominarono i rappresentati del popolo braccianese che dovevano amministrare la nuova Repubblica Democratica. In questo articolo inserisco la trascrizione di quattro documenti dai quali ricaviamo come venne a costituirsi a Bracciano la Repubblica Romana e come, dopo l’insediamento del Consiglio Municipale, questo si rapportò con il duca Livio II Odescalchi signore di quella città e che per la prima volta viene definito semplicemente “Cittadino Livio Odescalchi”. Trascrizione del primo documento: Domenica 25 febbraio 1798

albero

Fu tenuto il generale Consiglio mediante il precedente inalzamento dell’albero della libertà, e Bandiera Nazionale, nel quale seguirono li presenti Capitoli.   Primo: Il di essere rientrati nei loro Diritti Naturali, Libertà, ed Uguaglianza, e perciò voler aderire al novo Sistema di Democrazia già stabilito nella gran Capitale di Roma.   Secondo: Che questa mutazione di Governo niente debba pregiudicare all’esercizio pubblico della Religione Cattolica, la quale anzi dovrà rimanere nella sua piena osservanza.   Terzo: Che tutti i Funzionari publici, e Rappresentanti dell’antico Governo in questa Comunità siano aboliti, e soppressi, ne possino più esercitare alcuna funzione, o atto Giurisdizionale, sotto pena di essere tenuti come nemici della Patria. Quarto: Hanno creato, e creano per Membri della Municipalità Provisoria li Loro Cittadini, Stefano Camponi, Antonio Cionchelli, Domenico Sabatucci, Agostino Bergodi Braccianesi, ed Angelo Fratini dalli Pisciarelli nelli quali ànno conferito, e conferiscono ogni potere ed autorità ad effetto di provedere ad ogni affare publico, all’amministrazione della Giustizia, delle rendite Communitative e publica generalmente che fare quant’occorrerà per il buon regolamento Civile, Criminale, e Amministrativo di tutta la Popolazione.  

L'albero della libertà

L’albero della libertà

Quinto: Hanno incaricato li suddetti Cittadini Municipalisti a far presente con ogni sollecitudine alli Consoli della Repubblica Romana, ò alla Municipalità di Roma, ed a chiunque altro spetti quest’atto di publica Adesione al novo Sistema, Riconoscendo, ed approvando tutta l’Autorità del Popolo Romano nella persona dei suoi rappresentanti. Del qual atto si rogarono Sfodera e Torriani. In detto giorno, li detti Membri Municipalisti Provisori costituirono Giambattista Torriani a potersi presentare a Roma avanti chi spetta, e far nota la Seguita Democratizazione del Popolo di Bracciano, e Pisciarelli, e la di loro adesione alla Repubblica Romana una e indivisibile e per tale effetto ricevere tutte quelle istruzioni, ed ordini, che gli verranno comunicati dalle Autorità Costituite, e darne ad essi Cittadini Costituenti il dovuto ragguaglio per la loro fedele esecuzione, dando perciò al suddetto Cittadino Torriani tutte le facoltà necessarie, ed opportune. Di questo secondo atto se ne rogò il solo Sfodera e dell’uno, e l’altro atto ne sono state fatte le copie publiche per mandarsi al Torriani Costituito. E finalmente in detto giorno li detti Membri di Municipalità confermarono per Giudicante Provisorio l’Uditore Parielli colla provisione mensuale di scudi quindici, coll’obligo di non percepire incerti di sorte alcuna.  Rimossero Dati da Cancelliere, ed in suo luogo elessero il Notaio Felice Torriani colla mensuale provisione di scudi otto, coll’obligo di tenere a parte in cassa tutti gli emolumenti si del Civile, che del Criminale tanto Suoi che del Giusdicente, e mensualmente passanti nella cassa, che sarà destinata.  Rimossero anche il detto Dati da Depositario […] ed in suo luogo elessero Giuseppe Cagni. Confermarono il Sfodera Segretario […] colla mensuale provisione di scudi sei , tutti peraltro in modo provvisorio. E finalmente stabilirono di formare una Guardia nazionale tenendosi presentemente al Soldo dodici Communi, compresivi due Caporali alla raggione di baiocchi 26 al giorno per Commune, e di baiocchi 30 alli Caporali.    Formano li detti Municipalisti, Notificazioni, Proibizioni, e Simili, restando da queste Escluso il Giusdicante. Altre innovazioni non vi sono presentemente. Di seguito  inserisco gli altri tre documenti tutti datati 25 marzo 1798.

IMGP6669_cr

Trascrizione del secondo documento:

Libertà   Eguaglianza   Republica Romana   

Cittadino ministro. E’ stato ordinato dalla Municipalità di Bracciano di Commissione del Ministro, Cittadino Livio Odescalchi di dar conto dell’armi del vestiario de’ soldati, cannoni, ed altro annesso alla Fortezza di Bracciano supponendo sia un vostr’ordine. Si è prontamente obbedito dal Cittadino Odescalchi. Esso però domanda, che vi degniate riflettere, che in Bracciano non vi è alcuna Fortezza, e quella che la Municipalità chiama Fortezza, non è che l’abitazione del Cittadino Odescalchi, né è stata mai da esso ritenuta per Fortezza, ma per mera propria abitazione, e della sua Famiglia. Esistono in essa due cannoncini li quali sono inetti ad agire, e non erano che una magnificenza e difatti si ritenevano nella sala per adornamento. Ben comprende il Cittadino Odescalchi, che simili attrezzi non conviene che si ritengano da un Cittadino, ed aveva già incombenze il proprio Ministro di farli spezzare e squagliare, questo non si è potuto effettuare per essere sopravvenuto il detto ordine della Municipalità di darne assegna, onde domanda a voi cittadino Ministro la facoltà di spezzarli, e squagliarli per vendere il metallo. Aveva ancora circa quaranta fucili montati da Caccia, questi ancora servivano per guarnire quei soldati detti Miliziotti, alli quali mancavano, onde se questi, benché ad uso di caccia non possono ritenersi da un Cittadino ne in tutto, ne in parte, domanda che li sia dato il permesso di venderli. Aveva ancora venti monture fatte a proprie spese per vestire i suddetti Miliziotti in occasione di qualche funzione, perché non si vedessero o laceri, o disuguali nel vestimento, anche di queste domanda, come proprietà, la facoltà di venderle.

800px-7_paoli

Trascrizione del terzo documento

Municipalità di Bracciano  Libertà  Eguaglianza

Il Cittadino Sebastiano Segarelli per il Cittadino Livio Odescalchi Ministro in Bracciano dovrà dar conto di tutte l’Arme, Vestiario de’ Soldati, Cannoni, ed altro annesso alla Fortezza, ò sia, Rocca di Bracciano, addetto all’uso della dimessa Milizia Suburbana di Bracciano suddetto, poiché attesi l’Ordini, e richieste fatte a questa Municipalità dal Commissario Generale, ne sarà responsabile al Ministro di Guerra della Repubblica Romana. Fratellanza, e Salute. Dalla residenza della Municipalità di Bracciano, lì 25 marzo 1798, anno primo Repubblicano.     Camponi Stefano Presidente

bombardac

Trascrizione del quarto documento:

Republica Romana  Libertà  Eguaglianza

Il Cittadino Livio Odescalchi aveva  nel suo Palazzo in Bracciano due piccoli Cannoncini, circa quaranta fucili montati da Caccia e 20 Monture dà Soldati. Aveva ordinato al di lui Ministro di far tutto trasportare in Roma per consegnarli alla Repubblica, ma in questo momento li è giunto ordine di quella Municipalità di dover dar conto di simili generi. Domanda quindi a scanso di questioni, che potrebbero nascere con detta Municipalità che gli permettiate il detto trasporto e gli indichiate à chi ne debba far la consegna.   Il Cittadino Livio Odescalchi al Cittadino Bremond Ministro della Guerra.

ministro guerra prima rep.romana

 

I documenti trascritti si trovano in A.S.R., Fondo Odescalchi, b.7G10.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 30, 2014 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: