Augusto Santocchi

Ascoltare il passato con gli occhi

Serendipità

Stemma dei Borgia nel Duomo di Nepi

Stemma dei Borgia nel Duomo di Nepi

Serendipità: capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte. (Vocabolario dell’ Enciclopedia Treccani)

Per quanto mi riguarda abbiamo bisogno di capacità e fortuna insieme.  

                                                                                                                                                                                 

Stemma dei Farnese addossato alle mura di Nepi

Stemma dei Farnese addossato alle mura di Nepi

A Nepi il centro storico è suddiviso in quattro contrade, alle quali hanno dato nome e stemmi delle nobili famiglie che qui, nei secoli, dominarono: Anguillara, Orsini, Borgia e Farnese, di queste rimangono ancora molte tracce. Guarda caso faccio parte della contrada Orsini e i contradaioli hanno come sede per le riunioni l’antichissima parrocchia di San Biagio.  

                                                               

Resti di Porta Porciana

Resti di Porta Porciana

La mia strada, via di Porta Porciana fa parte di questa contrada. Se il caso fortunato mi ha fatto questo regalo, perché non soddisfare la mia curiosità tramite una ricerca? Prima di tutto perché via di Porta Porciana? La via prende forse il nome da una delle antiche porte cittadine da dove si passava, per andare a Castrum Porciani, un antico insediamento medievale oggi diruto? Oppure qui risiedeva l’Università degli allevatori di suini che verso la fine del 1400 fecero erigere nella parrocchia il tempietto votivo dedicato a San Biagio? Potrò dare una risposta solo quando ritroverò l’antico Castrum Porciani!    

Torre dei Floridi

Torre dei Floridi

 

Affacciato alla finestra, sulla destra vedo una torre, ne vengo sempre attratto, l’ho fotografata di giorno e di notte. Questa fa parte del palazzo della famiglia Floridi che sta nella via omonima; sicuramente una famiglia benestante nepesina.

 

Torre della famiglia Floridi di Nepi

Torre della famiglia Floridi di Nepi

La costruzione mi attrae e  incuriosisce così tanto che credo sia per la “serendipità”che scopro un documento notarile che la riguarda.  

Stemma della famiglia Pagnotta di Bracciano situato sopra la loro cappella nella chiesa di Santa Maria del Riposo

Stemma della famiglia Pagnotta di Bracciano situato sopra la loro cappella nella chiesa di Santa Maria del Riposo

Era il giorno 8 aprile 1578 quando a Bracciano, nella contrada Capocroce, presso l’abitazione di Leandro Pagnotta e della moglie Sancta viene chiamato il notaio Scipione Folchi per redigere un contratto di matrimonio. A casa di Leandro Pagnotta, più volte Priore di Bracciano, possidente di terreni agricoli e di bestiame (buoi, vacche, scrofe, cavalle aromatarie e cavalli da basto) si trovava anche il signor Perseo. figlio di Domenico Floridi di Nepi che già nel 1575, con un patto “pro verba”, aveva promesso di sposare Panphilia Pagnotta ed ora era là per gli accordi definitivi di matrimonio. Presenti, come testimoni, furono Antonio Magnante, Stefano Pagnotta e Francesco Perilli tutti di Bracciano; mentre l’atto venne sottoscritto dai testimoni Biasio del fu Grimaldi da Visso e da Mastro Sebastiano Castagnaro (maniscalco di Paolo Giordano Orsini). Nel documento si cita, come dote, una casa posta nella parrocchia di San Gratigliano. Questa chiesa infatti si trovava nell’interno dell’orto della famiglia Floridi, dietro la torre, tra via di Porta Porciana e  via di San Silvestro. Era molto antica e nella Cronaca di Benedetto monaco del Monte Soratte della metà del sec. X è detta ”celle S.Gratiliani cum sua pertinentia intra Civitate Nepesine”. Non so ancora il motivo per cui questa contrada ha preso il nome della famiglia Orsini, ma posso pensare che qui abbiano avuto delle proprietà perché a poca distanza una strada è intitolata agli Anguillara un tempo ad essi  imparentati. Inoltre a ricordare gli Orsini è rimasto un casale presso la località detta “Prato Morto” dove si trova una cappella dedicata al SS.Rosario. Sempre nello stesso rione sta il bel palazzo di Ascanio Celsi che molti affari ebbe in comune con gli Orsini, specialmente con il primo duca Paolo Giordano Orsini.

Nepi, la chiesa del Carmine

Nepi, la chiesa del Carmine

 

Ancora in via del Carmine, sul muro appartenente al giardino della chiesa della Madonna del Carmelo, si trova scolpito nel tufo lo stemma Orsini, appartenente forse ad un vescovo o cardinale di questa famiglia. Quindi dobbiamo dedurre che chi ha dato nome “Orsini” a questa contrada l’ha fatto sapendo oppure per serendipità.

 

 

Stemma Orsini sul muro di cinta della chiesa del Carmine

Stemma Orsini sul muro di cinta della chiesa del Carmine

 

2 commenti su “Serendipità

  1. Fabio Pugliesi
    novembre 2, 2018

    Salve. Ho letto con molto piacere il suo articolo su Nepi e sul quartiere attorno alla chiesa di San Biagio. Posso dirle che le rovine del Castrum Porciani esistono ancora, ricadenti ad oggi nel comune di Castel Sant’Elia. L’insediamento era raggiungibile proprio attraverso la citata porta porciana, posterula del sistema difensivo della città. Dell’antico insediamento sono tutt’ora ben conservate le mura, la tozza torre medievale e numerosi ipogei, probabilmente risalenti all’insediamento arcaico per etrusco.

    • augustosantocchi
      novembre 2, 2018

      Grazie veramente. Le rovine non le ho mai viste ma mi piacerebbe visitarle, spero di andarci. Intanto potrei avere delle foto? Grazie. Augusto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 23, 2013 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: